RetCond, professionisti del condominio in rete.

10 agosto 2020


di Francesco Schena


Superbonus 110%.

Cos'è lo studio di fattibilità e perché serve.

 

Il Superbonus sta rendendo entusiasti milioni di condomini. L'idea, più comunemente diffusa e propagandata, è quella di rimettere a posto migliaia di edifici condominiali a costo zero.

 

Sarà realmente possibile? In alcune particolari circostanze è molto probabile, in altre, no.

E questo rischio può essere dovuto a diversi fattori:

 

  • assenza dei presupposti oggettivi;
  • assenza dei presupposti soggettivi;
  • assenza dei presupposti formali;
  • sforamento dei limiti specifici di spesa;
  • sforamento dei limiti massimali di spesa;
  • realizzazione di opere non ammissibili al 110%;
  • presenza di illeciti urbanistici;
  • errato esercizio dell'opzione;
  • mancati adempimenti telematici;
  • false attestazioni/asseverazioni;
  • e non solo....


Come può, dunque, il contribuente evitare di incorrere nella revoca della detrazione e vedersi, così, costretto a mettere mano al portafogli per versare tutto quello che l'Agenzia delle Entrate potrà chiedergli, sanzioni e interessi compresi? Ad oggi, l'unico strumento di prevenzione è lo studio di fattibilità dell'intervento.


Cos'è?

Si tratta di un documento di analisi, valutazione e programmazione, redatto preferibilmente a più mani: dall'espero condominiale al fiscalista, dall'esperto di risparmio energetico allo strutturista.


Cosa contiene?

Il documento dà evidenza al cliente (privato o condominio che sia) dei limiti, di uno o più interventi previsti, rispetto all'ammissibilità al superbonus del 110%.


Un vero e proprio "scenario possibile", che consegna al cliente tre immediati benefici:

  • la conoscenza delle opere fattibili;
  • la conoscenza di eventuali sforamenti di spesa extra superbonus che resterebbero a suo carico;
  • la giusta serenità per adottare la decisione migliore.


Nello specifico tecnico, lo studio di fattibilità, tra le altre cose, contiene già la valutazione energetica dell'immobile ed un primo progetto estimativo delle opere (non ancora esecutivo).


Quanto costa?

La stesura di uno studio di fattibilità completo e di elevato livello di attendibilità ha un prezzo determinato in misura proporzionata al valore degli interventi che il cliente intenderà realizzare.


Si tratta di una spesa ammissibile alla detrazione fiscale?

Si, la spesa sostenuta rientra in quelle ammissibili alla detrazione fiscale, con possibile sconto in fattura o cessione del credito a terzi. Tuttavia, qualora l'esito non dovesse incontrare i favori del cliente e questi rinunciasse all'esecuzione delle opere, verrebbe meno la connessione che consente la detrazione. In tali casi, quindi, i costi dello studio di fattibilità resterebbero a carico del committente. Questa particolare ipotesi viene prevista e regolata da clausole particolari inserite nella lettera di incarico.


Sei un privato, un condominio o un grande proprietario e vuoi accedere al Superbonus del 110%?


Affidati ai professionisti di RetCond per non rischiare di commettere errori. 


FORNIAMO ASSISTENZA E CONSULENZA COMPLETA:


- Studio preliminare di fattibilità oggettiva, soggettiva, fiscale e contabile;


- Assistenza nelle assemblee condominiali;


- Attestazione energetica ante e post lavori;


- Progettazione esecutiva;


- Direzione lavori;


- Sicurezza cantiere;


- Asseverazioni tecniche energetiche e di efficienza sismica;


- Asseverazioni di congruità delle spese;


- Visto di conformità;


- Invio telematico delle Comunicazioni a ENEA e Agenzia delle Entrate.


CONTATTACI


Pubblicità

Legge n. 81/2017



RetCond è una rete "pura" tra professionisti del  mondo immobiliare che opera in maniera non economica e priva di soggettività propria.


E' un modello di cooperazione integrata che consente al cliente finale di raggiungere i massimi risultati in termini  di competenza e qualità, con il minimo investimento.


Ogni singolo incarico è affidato ad un singolo professionista - iscritto al proprio Ordine o secondo L. n. 4/2013 - che si avvale del supporto professionale dell'intero team.


Ad oggi, le reti pure non prevedono pubblicità camerale.


(Parere MISE prot. n. 23331 del 28 gennaio 2020)

Collegamenti rapidi

Copyright © Tutti i diritti riservati


Questo sito Web non fa uso di cookie.


Privacy policy